Istinto e relazioni sociali.

Non so perche’ succeda. Perche’ succeda a me, se succedesse a te risponderei che non me ne frega un cazzo. Due giorni fa un tipo¬† mi chiede che cosa penso degli hard disk esterni, io rispondo che sono utili ma sono la prima causa di frustazione perche’ sono delicati e si rompono spesso e si rompono il giorno prima in cui ti viene in mente che potresti fare un back up delle cose importanti. Passa un giorno e lo stesso tipo mi dice che ha comprato un hard disk esterno. La stessa sera io arrivo a casa e il mio hard disk fa le pernacchie e posso buttarlo via. Il tipo e’ soddisfatto dell’acquisto io in piena frustazione. Ma non e’ la prima volta che mi capita. Come quella volta che parlando di chitarre mi dicono che hanno in progetto di cambiare la muta ma vorrebbero cambiare la dimensione delle corde. La stessa sera io torno a casa imbraccio la chitarra e dopo un paio di accordi… TLANK, ne partono due. Naturalmente io non ho corde di ricambio le ho regalate a qualcun altro qualche giorno prima … cosi per fare il figo. Ma Fatti i cazzi tuoi!Ho altri aneddoti tutti dello stesso calibro. Uno mi racconta che ha cambiato le gomme dell’auto e io la sera stessa buco.

In cuor mio io sento che qualcosa stia per accadere, ma non do peso a quel peso e a quell’ansia che mi attanaglia la mente e vado avanti dimenticandomi dell’ansia e del peso.

Quindi quando qualcuno si avvicina per parlarmi la prima reazione e di toccarmi le parti basse, passando per un maleducato, perche’ anche il semplice “Come va?”¬† a me e’ funesto.