Odio il lunedi

Sono totalmente rincoglionito stamattina, mi stavo mettendo le scarpe senza pero’ togliermi le ciabatte e non capivo perche non entrassero…

Siamo nella stessa barca…

Ci dicono che siamo sulla stessa barca e che dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, sara’ ma di questa barca mi sento la zavorra.
Vengo tirato giu e tirato su a seconda delle esigenze. Non vengo contemplato come un valore aggiunto, sono un peso. Quando mai la zavorra e’ protagonista?
Anche volendo provare a sforzarmi di sentirmi protagonista di un qualcosa di importante basta che passo dieci minuti li dentro e mi passa la fantasia. Tutta la fantasia. Anche perche’ non godo di considerazione alcuna.
Ho avuto una chiaccherata con il mio responsabile, quello nuovo, il quale mi chiedeva se fossi in grado di fare alcuni lavori, io gli dicevo si e lui rispondeva che non sapevo farlo.
-Sai fare gli O-ring? Beh si… NO! Non si e’ chiesto nemmeno che magari io potessi anche aver ragione.
E’ il bello che e’ stato lui a dirmi che devo resistere fino a che l’altro vada in pensione perche’ fino ad allora io sono bruciato. Dopo comandera’ lui… era una minaccia?
Cazzo, non sono stato coordinatore per quattro anni per niente… qualcosa ho pure imparata a farla… credo. Se per quattro anni si sono affidati a me per gestire un turno di lavoro. Ah si! Un giorno chiesi al vecchio che venisse riconosciuto il mio ruolo e che il mio stipendio venisse adeguato al ruolo di responsabile perche guadagnavo 13 euro piu dell’ ultimo arrivato, mi rinfaccio’ l’assunzione e che dovevo ringraziarlo, gli risposi che il coordinatore poteva farselo lui. Non mi ha piu’ parlato.

80 voglia di…

80 euro per cambiare le pastiglie dei freni della mia auto, 80 euro dico mica cazzi, 80 euro sono 80 euro, e la prima volta che cambio le pastiglie dei freni dall’avvento dell’euro, ricordo che l’ultima volta avro’ pagato si e no 60.000 lire ed era una fiat questa e’ una chevrolet ma minchia, il dottore mi ha detto che quelle della punto costano 60 euro adesso. Adesso, prima 60.000 lire.

Ho notato che il mio cane

Ho notato che il mio cane mi osserva. Ha studiato le poche mie abitudini che gli è concesso di notare, e vi si è adattato neanche troppo sorprendentemente. Ora condividiamo una routine. In effetti, siamo entrambi abitudinari. Io per pigrizia (se potessi mi sposterei per tutta la casa a bordo di un trenino elettrico), lui per costituzione genetica. Ho notato che sa sempre dove sto andando, quando esco. Non ci sono più i malintesi di qualche anno fa. Per cui, si regola di conseguenza. Credo capisca dal modo in cui apro la porta, se nascondo un biscotto oppure no. Credo capisca anche se si tratta di una Macina o di un Rigolo. E così, ci siamo affiatati. Siamo efficientissimi, e non sbagliamo mai un colpo, un movimento. Registrati, ecco la parola. Io e il mio cane siamo diventati un bilanciere. Ora mi chiedo che cosa effettivamente ci distingua, a parte che ancora non mi riesce di leccarmi le palle.
http://chinaski77.splinder.com