Cos after all, You’ll never forget my name.

Tanto io lo so che un giorno ci si ritrovera’ perche credo fermamente nel detto ” Chi non muore si rivede”.

Un giorno saremo faccia a faccia, ma io sono paziente…e non mi aspetto di ritrovarti adesso , tra due giorni come tra un mese oppure un anno.. non mi importa quando.

Tiochfaid ar là urlano gli Irlandesi, Il nostro giorno Verra’…

Il mio giorno Verra’.

The Girl In The Dirty Shirt

If I may be so bold could I just say something
Come and make me my day
The clouds around your soul don’t gather there for nothing
But I can chase them all away

Why d’you need a reason for to feel happy
Or be shining for the rest of the world
Give me just a smile and would you make it snappy
Get your shit together girl

You got a feeling lost inside
It just won’t let you go
Your life is sneaking up behind
It just won’t let you go
No it just won’t let you go
What I’m trying to say …

Is would you maybe, come dancing me
Cos to me it doesn’t matter if your hopes and dreams are shattered
When you say something you make me believe
In the girl who wears a dirty shirt
She knows exactly what she’s worth
Knows exactly what she’s worth to me!
That I can see, I can see

If you ever find yourself inside a bubble
You’ve gotta find your own way home
You can call me anytime you’re seeing double
Now you know you’re not alone

Il pollo senza testa sopravvissuto più a lungo :-/

Mike, Il pollo senza testaIl 10 settembre 1945, un pollo di razza Wyandotte di proprietà di Lloyd Olsen di Fruita, Colorado (USA) visse per 18 mesi senza testa. Lloyd Olsen nutriva il suo pollo Mike direttamente dall’esofago con un contagocce. Una sera, in un motel dell’Arizona, Mike morì soffocato.

PER SAPERNE DI PIÙ

Alcuni scienziati, scettici, dichiararono che non poteva essere vero, quindi il contadino Lloyd Olsen portò Mike, senza testa già da una settimana, dal Colorado alla University of Utah di Salt Lake City. Gli scienziati scoprirono che la lama dell’ascia aveva mancato la giugulare del pollo e un coagulo aveva evitato che morisse dissanguato.

Lloyd aveva colpito così in alto con l’ascia che gran parte del tronco cerebrale era rimasto attaccato alla spina dorsale. Gli era rimasto attaccato anche un orecchio. Mike, quindi, anche se aveva perso la vista e la capacità di chiocciare, poteva ancora sentire e pensare. Non solo, cresceva anche. Quando “perse” la testa Mike pesava 1 kg e 100 gr e in seguito raggiunse il rispettabilissimo peso di 3 kg e 600 gr.

Mike divenne una celebrità quando un manager lo portò in tournée nazionale e la sua storia fu riportata dalle riviste Life e Time. Come molte altre celebrità, Mike morì in una stanza di albergo. Morì soffocato perché Lloyd non riuscì a trovare il contagocce che usava per pulirgli l’esofago. Fu la fine del clamore per “Mighty Mike”, che se ne andò, ma non fu certo dimenticato. Ogni anno, gli abitanti di Fruita celebrano una festa in onore di “un pollo grosso e grasso che non sapeva di non avere più la testa”.